NO Crack

NO Thrust

Gli interventi Osteofluidico Cranio Sacrali sono sfioramenti dolci, non strutturali, che hanno il compito di rilanciare l’energia dei fluidi bloccati dell’organismo “informandolo” sulla possibilità di un  migliore equilibrio.
Sono escluse tutte le forme di intervento “classiche” per cui non presenta alcun rischio manipolativo.
Il “thrust” intervento strutturale manipolativo classico osteopatico diventa in questa disciplina  “ informazionale dolce e fluidico”.
Nella visione di Poyet, l’osso sacro ha un ruolo molto importante perché è una sorta di catalizzatore dell’energia vitale che agisce come la tastiera di un computer, nella quale ogni tasto è un interruttore che se stimolato rimette in ordine il programma biologico.
Toccando opportunamente i tasti giusti, cioè stimolando l’osso sacro, si riesce a rilanciare l’energia e a irradiarla in tutto il corpo (o alle zone che ne hanno bisogno) attraverso la colonna vertebrale, che funziona come un cavo di connessione e distribuisce gli impulsi ricevuti a tutto il corpo fino alla testa, dalla quale come fosse un monitor, si può controllare con l’ascolto tattile il buon andamento della seduta.
L’originalità del metodo consiste nella sua capacità di liberazione: riportare la presenza della pulsazione che deriva dal movimento respiratorio primario interrotta da eventi stressanti localizzati, e restituire libertà al moto dei fluidi. Queste sottili connessioni fluidiche organizzate all’interno dell’organismo in una rete reattiva energetica composta da 8 catene reattive, sono proprio il contributo innovativo e geniale di Poyet, che le ha scoperte e sperimentate a lungo.

PRENOTA ORA
IL TUO APPUNTAMENTO