I rimedi naturali per raffreddore sono probabilmente i più ricercati e i più utilizzati per combattere questa infiammazione delle vie aeree. 

Spesso infatti basteranno delle piccole accortezze per poter liberarsi da questo fastidioso disturbo di origine virale.

Il raffreddore di per sé non è assolutamente un disturbo grave ma potrebbe rappresentare un campanello d’allarme per patologie o infezioni ben più preoccupanti (di questi tempi è possibile anche confonderlo con infezione da Covid-19).

Principalmente le cause sono da attribuire a batteri che attaccano la mucosa nasale e faringea. I sintomi più comuni sono starnuti, tosse e maggior salivazione.

Di seguito vi indicheremo i migliori rimedi naturali per il raffreddore. 

Rimedi naturali per raffreddore: la salicina

Tra i migliori rimedi naturali per il raffreddore troviamo la salicina. Forse non tutti la conoscete, non si tratta di un prodotto, una pianta o un fiore, bensì di un composto chimico. 

Si estrae principalmente dalla corteccia degli alberi, più precisamente del pioppo. Il pioppo è l’albero che presenta la corteccia con più alte quantità di salicina. 

Ebbene, una volta estratta viene lavorata e riproposta sotto forma di sciroppo o polvere. Possibile trovarla in Farmacia o in Erboristeria. 

Vi informiamo che la salicina viene spesso utilizzata anche nella produzione di aspirine, il principio attivo risulta essere l’ideale per combattere il raffreddore o l’influenza. Si comporta benissimo come anti infiammatorio ed anti nevralgico. 

In caso di febbre è in grado di riequilibrare la temperatura corporea, riducendo al minimo gli sbalzi termici.

Zenzero

Lo zenzero è anch’esso tra i rimedi naturali più efficaci per combattere il raffreddore. Originario dell’estremo oriente, lo zenzero è una radice che si presenta con un sapore deciso e piccante.

Non piace a tutti, ma crediamo che sia meglio sorvolare sul gusto perché una tisana allo zenzero rappresenta un vero toccasana per l’organismo, più precisamente per l’intero apparato respiratorio. 

Lo zenzero è in grado di “riscaldare” il nostro corpo, stimolare la sudorazione e sciogliere il muco contenuto nelle narici e nei bronchi. 

Possiede proprietà anti batteriche e diuretiche. È in grado di attivare la digestione e stimolare il metabolismo. Al tempo stesso riesce a combattere i virus che attaccano l’apparato respiratorio. 

Inalare vapore

Ebbene si, l’ultimo rimedio per il raffreddore che vi proponiamo non è un prodotto naturale bensì un’azione da svolgere. 

Inalare vapori infatti servirà a sciogliere il muco e liberare l’apparato respiratorio dai batteri. 

Non avrete bisogno di chissà quali ingredienti o attrezzature, ma vi basterà una pentola per bollire l’acqua, del sale (ricco di iodio e quindi assolutamente utile per migliorare la respirazione) e del bicarbonato di sodio (in grado di neutralizzare gli acidi e regolare il sistema respiratorio). 

Il nostro consiglio è di portare l’acqua ad ebollizione ed aggiungere poi tre cucchiaini di sale e uno di bicarbonato. Dopodiché posizionare la testa a 15-20 cm circa dalla pentola e appoggiare un asciugamano sulla stessa in modo da non disperdere il vapore. 

Potrete quindi procedere con l’inalazione dei vapori. Proseguite fino a quando il vapore non scomparirà del tutto. 

Foto da – www.freepik.com

Se pratichi terapie corporee e desideri ricevere ulteriori informazioni sui nostri corsi di Osteofluidica Cranio Sacrale, compila il modulo qui sotto e in poche ore riceverai una risposta dettagliata.

5 + 4 =